Eventi e manifestazioni

Il cervello artista

Citazioni poetiche, interventi musicali, aforismi su Vedere e Udire.

Cervello artista - Locandina
Cervello artista - Locandina

I.A.A.P. INTERNATIONAL ASSOCIATION FOR ART AND PSYCHOLOGY
Scuola di Musica Vivaldi

Relatori

dott. Roberto Boccalon – Psichiatra, Psicoterapeuta
Direttore Istituto di Psicoterapia Espressiva (Bologna)
Presidente di I.A.A.P.

dott. Francesco Teatini – Neurologo – Psicoterapeuta.
Direttore Reparto di “Neurologia-Stroke Unit”, Ospedale Generale di Bolzano

Musica a cura di Gregorio Bardini (flauto traverso)

Che cosa proviamo di fronte alle opere d’arte? Quali meccanismi neuronali si attivano in noi? Quanto sono influenzati dalle nostre esperienze pregresse? Quali conseguenze hanno sul nostro corpo? Quali sensazioni ci inducono? Quali processi psicologici si attivano? Artisti, Umanisti e Scienziati disegnano prospettive convergenti:

“A volte mi domando se sono un atomo o un elettrone che sta sognando di essere uomo” (Diomede di Bari)

“Il cervello è più grande del cielo perché, mettili fianco a fianco, l’uno l’altro conterrà con facilità, e Te, in aggiunta...” (E. Dickinson)

Le istituzioni dell'Educazione, come quelle della Cura, si misurano in modo profondo con l'identità umana, i suoi sviluppi e le sue vicissitudini, hanno la responsabilità di confrontarsi e promuovere quotidianamente la bellezza:

”La nostalgia di bellezza che alberga nel cuore umano deve ricevere riconoscimento dalla disciplina che considera il cuore umano suo campo di studio. La psicologia deve ritrovare la strada della bellezza per non morire !“ (J.Hillman)

L'iniziativa proposta si colloca in tale prospettiva.

La produzione estetica (dipinti, suoni, danze) dalle grotte del Neolitico ai giorni nostri si è confermata una “struttura intermedia” lungo la “via del linguaggio”, un ponte tra l’esperienza del mondo e la sua rappresentabilità.

“Spesso accade che le mani sappiano svelare un segreto attorno a cui l'intelletto si affanna inutilmente“ (C.G.Jung)

Nella produzione e nella fruizione estetica natura e storia, biologia e psicologia si intrecciano e ci avvicinano, attraverso la percezione della bellezza, alla dimensione dell'infinito:

“Autori come Robert Vischer, nella metà del XIX sec., avevano teorizzato un rapporto tra empatia ed esperienza estetica. Mi convinsi che questo tema potesse essere affrontato con con l’ approccio delle neuroscienze cognitive” (V. Gallese)

"Il ritmo ha qualcosa di magico; ci fa perfino credere che il sublime ci appartenga." (J.W. Goethe)

I.A.A.P. ( http://artepsicologia.com/) e la Scuola di Musica Vivaldi offrono una occasione di incontro con esperti del settore delle neuroscienze ed artistico, con spunti di riflessione su due tipi di percezione: Vedere ed Udire. La serata, ad ingresso libero e gratuito, si rivolge artisti, psicologi, psichiatri, psicoanalisti, storici, critici e teorici dell’arte, filosofi, scienziati, insegnanti e a tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati alle relazioni tra arte e psicologia.

Durante l'incontro Gregorio Bardini, docente della Scuola di Musica Vivaldi, eseguirà alcuni brani al flauto traverso.

Ort: Bolzano, Sala Conferenze, Archivio Storico della Citta di Bolzano, via Portici 30

Datum: 09.10.2019

Uhrzeit: 20:00

Kosten: INGRESSO LIBERO