Presentazioni e recensioni

Qui verranno presentati e recensiti alcuni concerti di musica “classica”, ovvero rinascimentale, barocca, romantica, novecentesca e contemporanea, musica colta ovvero “music d’art”.

I contributi saranno a firma dei docenti della Scuola di Musica, ma anche gli allievi della Scuola di musica sono invitati a proporre dei loro scritti. I pezzi vanno inviati a Mauro Franceschi, curatore della rubrica, all'indirizzo: Mauro.Franceschi@provincia.bz.it.
Per le recensioni pubblicate a firma di allievi la Fondazione Haydn e la Società dei concerti di Bolzano mettono a disposizione alcuni biglietti omaggio.

Bolzano Festival Bozen 28.7 - 3.9.2021.

Cortili, castelli, luoghi supertecnologici, chiese e piazze saranno i luoghi di incontro per ascoltare giovani talenti e affermati maestri, piccoli ensemble e grandi orchestre. Di assoluto prestigio sono i concerti in residenza della European Union Youth Orchestra e della Gustav Mahler Jugendorchester.

EUYO
EUYO

Con il Bolzano Festival Bozen la città si conferma come una delle capitali europee della musica. Cortili, castelli, luoghi supertecnologici, chiese e piazze saranno i luoghi di incontro per ascoltare giovani talenti e affermati maestri, piccoli ensemble e grandi orchestre.

Il concerto inaugurale del festival sarà affidato agli studenti della Gustav Mahler Academy insieme ad alcuni membri della Mahler Chamber Orchestra. A dirigere sarà Pablo Heras-Casado. Il programma dedicato a musiche di Beethoven e Dvorák sarà trasmesso in diretta nazionale a Radio Tre Suite.

Il 4 agosto l’Orchestra Haydn diretta da Marco Pierobon affronterà i territori della black music proponendo pagine di Scott Joplin, Otis Redding, Aretha Franklin, Marvin Gaye, The Platters, James Brown, Louis Armstrong, Ella Fitzgerald, Nat King Cole e Dizzy Gillespie. Il giorno 27 l’Orchestra tornerà anche in un secondo appuntamento diretta da Juraj Valcuha, dedicato al mondo di Tschajkovskij .

La European Community Youth Orchestra, oggi European Union Youth Orchestra, è stata fondata nel 1976 con Claudio Abbado quale direttore musicale, offre ai giovani un'inestimabile esperienza professionale. Bolzano è stata città di residenza dell’orchestra fin dagli esordi , e oggi condivide questa opportunità con Ferrara, Grafenegg, Dubai e Shanghai.

Anche la Gustav Mahler Jugendorchester è nata da un’intuizione di Claudio Abbado. Nel 1992 l'orchestra divenne la prima orchestra giovanile paneuropea ad offrire l'accesso a giovani musicisti provenienti dagli ex paesi comunisti come Ungheria e Cecoslovacchia, tenendo audizioni nei Paesi del blocco orientale.

Molti di coloro che si sono formati nella Gustav Mahler Jugendorchester e nella European Union Youth Orchestra ricoprono oggi ruoli importanti nelle più acclamate orchestre del mondo.

Nel suo primo concerto bolzanino, il 9 agosto, la EUYO sarà diretta da Pablo Heras-Casado e affiancata dal violoncello di Alban Gerhardt. Nel suo secondo appuntamento, il giorno 18, guidata da Vasily Petrenko, accoglierà sul palco la talentuosissima star del sassofono Jess Gillam, con un programma che affianca Carl Maria von Weber, Michael Nyman e Jean Sibelius.

Doppio incontro anche con la Gustav Mahler Jugendorchester, guidata quest’anno da Manfred Honeck. Il programma delle due serate, dei giorni 20 e 23 agosto, comprenderà Wagner, Strauss e Šostakóvic e avrà le parti vocali affidate al baritono Matthias Goerne.

Parte del cartellone del Festival è anche Antiqua, un festival longevo, sempre attento a rinnovarsi, che compie trent’anni e lancia il suo personale inno alla ripresa e alla rinascita con una serie di suggestivi concerti dedicati alla musica rinascimentale e barocca.

Bolzano è nota nel panorama musicale internazionale anche per Concorso Busoni. Saranno 33 i finalisti scelti dalla Giuria internazionale e dal voto del pubblico che saranno protagonisti delle fasi conclusive del Concorso, dalle semifinali solistiche alla prova cameristica, in cui i candidati concerteranno con il Quartetto Schumann.

La Finalissima vedrà i 3 protagonisti sul palco insieme all’Orchestra Haydn guidata da Arvo Volmer, e sarà trasmessa in diretta televisiva e radiofonica dal Teatro Comunale. Tutte le prove saranno in live streaming, con la possibilità di voto del folto pubblico internazionale del web. La 63° edizione del Busoni si annuncia come la più “partecipativa”, per numero dei candidati ammessi e per la possibilità di interazione tra gli appassionati del pianoforte e i virtuosi dello strumento.

Il Bolzano Festival Bozen si svolge con il sostegno del Comune di Bolzano nel rispetto di tutte le misure di sicurezza e le distanze previste.

Il ricco cartellone degli appuntamenti, che include anche i progetti Cinema meets Opera e Musica in cortile, e tutte le notizie utili alla prenotazione e all’accesso ai concerti si possono trovare sul sito del festival.

www.bolzanofestivalbozen.it