Presentazioni e recensioni

Qui verranno presentati e recensiti alcuni concerti di musica “classica”, ovvero rinascimentale, barocca, romantica, novecentesca e contemporanea, musica colta ovvero “music d’art”.

I contributi saranno a firma dei docenti della Scuola di Musica, ma anche gli allievi della Scuola di musica sono invitati a proporre dei loro scritti. I pezzi vanno inviati a Mauro Franceschi, curatore della rubrica, all'indirizzo: Mauro.Franceschi@provincia.bz.it.
Per le recensioni pubblicate a firma di allievi la Fondazione Haydn e la Società dei concerti di Bolzano mettono a disposizione alcuni biglietti omaggio.

22.10 - l’Orchestra Haydn inaugura la propria stagione sinfonica con la sonorizzazione dal vivo di “Tempi moderni”.

All'auditorium bolzanino sarà proiettato il film del 1936 scritto, diretto e interpretato da Charlie Chaplin. Le musiche saranno eseguite nell'arrangiamento di Timothy Brock.

Charlot
Charlot

l’Orchestra Haydn inaugura la propria stagione sinfonica 21-22 con la sonorizzazione dal vivo di “Tempi moderni”, il film del 1936 scritto, diretto e interpretato da Charlie Chaplin.

E’ considerato un capolavoro del cinema mondiale, primo film a portare sullo schermo, in chiave comica, le alienazioni della della fabbrica fordista, il conflitto uomo-macchina, la critica al “sogno americano”.

La vicenda è quella di Charlot il Vagabondo,  operaio di una fabbrica. Alla catena di montaggio la sua unica mansione è quella di stringere i bulloni: i gesti ripetitivi a ritmi disumani conducono all’esaurimento nervoso il povero Charlot. Il film ha i tratti della commedia sentimentale per la parte che vede Charlot vivere una serie di avventure a fianco della “monella”.

Scrisse Chaplin: “Sono gli unici due spiriti vivi in un mondo di automi. Sono veramente vivi. Entrambi possiedono l’eterno spirito della giovinezza e sono assolutamente privi di morale. Vivi perché sono bambini senza senso di responsabilità. Spiritualmente liberi, mentre il resto dell’umanità è oberata di doveri. Non c’è attaccamento romantico nel rapporto fra questi compagni di giochi, fra questi bambini legati nella colpa da una complicità ingenua e innocente”.

Il progetto del film, a detta dell’autore, nacque dopo la visita di uno stabilimento industriale della Ford, ad Highland Park nel 1923, e da un viaggio in Europa nel quale ebbe modo di osservare le misere condizioni nelle quali si trovava la classe operaia durante il periodo della Grande depressione. Un ruolo significativo per la realizzazione del film ebbe anche una conversazione avuta con il Mahatma Gandhi, il quale biasimava la tendenza "all'industrializzazione sconsiderata con in mente solo il profitto".

Chaplin per il film scrisse anche la musica, realizzò una partitura complessa, per una orchestra di oltre sessanta elementi. Il tema romantico con l’aggiunta di un testo divenne la canzone Smile, incisa anche da Nat King Cole, che riscosse un grande successo.

A dirigere la Haydn sarà Timothy Brock, anche autore dell’arrangiamento che sarà eseguito all’auditorium bolzanino con inizio alle ore 20.

I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del Teatro Comunale oppure online. INFO 0471053800 info@ticket.bz.it

L'accesso sarà consentito presentando il green pass.