Presentazioni e recensioni

Qui verranno presentati e recensiti alcuni concerti di musica “classica”, ovvero rinascimentale, barocca, romantica, novecentesca e contemporanea, musica colta ovvero “music d’art”.

I contributi saranno a firma dei docenti della Scuola di Musica, ma anche gli allievi della Scuola di musica sono invitati a proporre dei loro scritti. I pezzi vanno inviati a Mauro Franceschi, curatore della rubrica, all'indirizzo: Mauro.Franceschi@provincia.bz.it.
Per le recensioni pubblicate a firma di allievi la Fondazione Haydn e la Società dei concerti di Bolzano mettono a disposizione alcuni biglietti omaggio.

14.05 - Per la Società dei Concerti suona Vision String Quartet.

In programma sono opere di Webern e Bartok, e le loro composizioni tratte dall'album "Spectre".

Vision String Quartet -  foto di Sander Stuart (particolare)
Vision String Quartet - foto di Sander Stuart (particolare)


„Vision String Quartet“ è formato dai violinisti Florian Willeitner e Daniel Stoll, dal violista Sander Stuart e dal violoncellista Leonard Disselhorst. Ha sede a Berlino. La proposta artistica che lo caratterizza è rara.

Nei loro concerti si possono infatti ascoltare i brani della grande tradizione accanto alle loro composizioni che hanno per orizzonte il folk e il rock.

A Bolzano il programma di „Vision String Quartet“ prevede „Langsamer Satz“ di Anton Webern, il Quartetto n. 4 di Bela Bartok, e loro composizioni, in cui è prevista l’amplificazione, tratte dall’album "Spectre". L’album è stato pubblicato nell'agosto 2021 e comprende 13 titoli.

Tra i molti riconoscimenti che l’ensemble ha ottenuto segnaliamo il “Ritterpreis” della Fondazione “Oscar und Vera Ritter”.

Segnaliamo infine che sotto il motto #standwithucraina, attraverso la vendita e CD e Vinili, „Vision String Quartet“ ha realizzato una raccolta fondi il cui ricavato è utilizzato per cure umanitarie e mediche

14.05 ore 19.30
STAGIONE DELLA SOCIETÀ DEI CONCERTI
Vision String Quartet
musiche di Bartok, Webern e VSQ
Bolzano, Auditorium – konzertverein.org/

INFO alla pagina della Società dei concerti.